martedì, agosto 15, 2017

Ferragosto

Quando ero giovane ero solita trascorrere le vancanze in quel di Barni.

Ecco dunque un pensiero fatto handmade dal vicino di casa, unico personaggio che abbiamo incontrato durante il nostro velocissimo giro.

Grazie FRANCO!



Un po' qua ... und ein bisschen dort

martedì, agosto 08, 2017

Chiuso per ferie

Tratta da Internet
Quest'anno saremo e faremo un po' come Homer:
stravaccamento totale a CASA!

Un po' perche' non sappiamo ancora cosa sara' di noi e della nostra futura situazione lavorativa, un po' perche' non abbiamo pensato a nulla, inoltre Stephan dovra' lavorare nella 4ta settimana.

Cosi' ci godremo la casa, il giardino, tenteremo di fare qualche gita fuori porta in auto o in bici.
Vedremo di godercela e rilassarci per quanto possibile.

Buone ferie a TUTTI

Se avro' un po' di tempo, magari vi derscrivero' quanto fatto-
Altrimenti vi tocchera' aspettare (come del resto non sapete ancora come e dove siamo andati l'anno scorso)

Un po' qua ... und ein bisschen dort

lunedì, agosto 07, 2017

Pane Bianco - Molino Rossetto

A casa avevo ancora una confezione di "Pane Bianco" del Molino Rossetto:

Pane Bianco - Molino Rossetto
Vista la scarsita' del pane a casa, e del fatto che la farina era quasi scaduta (piu' che la farina direi il lievito secco), ho pensato di prepararlo seguendo le indicazioni suggerite.

La prima lievitazione ha reso l'impasto soffice come il sederino di un bimbo al quale e' appena stato cambiato il patello.
Dopo la formazione ed una ulteriore lievitazione, ho pensato bene di "difettare" la superficie con i tagli, cosi' che e' diventata tutta un grumo.

Pazienza, al termine della cottura erano buoni ugualmente.
Li ho fatti usando acqua.
La seconda opzione era il sostituire l'acqua al latte, ma l'ho evitata.



Un po' qua ... und ein bisschen dort

domenica, agosto 06, 2017

Compleanno

Avrei voluto fare finta di niente, se non che Francesca si e' ricordata anche quest'anno.

Per lei e' facile ricordarsi tutti gli anniversari (onomastico e compleanno), avendo una sorella maggiore di nome Barbara, ed essendo quest'ultima nata nel mio stesso giorno.

Ad ogni modo il suo pacchetto mi e' arrivato in tempo: non vedo l'ora di mettere in pratica quanto si legge e, forse, anche lei/loro non vedono l'ora di fare nuovamente da "test".
E non dimentichiamoci del biglietto.

Grazie Fra!
Il pacchetto chiuso
Speriamo solo che Vera non ceda proprio ora... ultimamente l'ho abbandonata abbastanza e non e' piu' arzilla come un tempo!


Un po' qua ... und ein bisschen dort

sabato, agosto 05, 2017

Ciambellone alle pesche senza grassi


Ciambellone alle pesche senza grassi
 Il mio compleanno e' vicino e mi sono preparata in anticipo una buona torta alla frutta, decisamente ipocalorica.

Inutile dire che la coerenza fa per me, avendo acceso il forno quando fuori ci sono _solo_ 33gradi.
Ma per una colazione diversa si fa questo ed altro.

La ricetta e' stata presa dal Blog MangiaSenzaPancia ed ora e' anche attivo un gruppo in FB dove si possono condividere ulteriori ricettine e sfizi con poche calorie.

Eccola qui:
330 g farina 00
120 g zucchero semolato
3 uova medie
270 ml latte totalmente scremato
1 bustina (16 g) lievito per dolci
300-400 g pesche
1/2 cucchiaino burro/margarina e poca farina per la tortiera

Sbattere zucchero e uova nella planetaria o con le fruste elettriche per almeno 10 minuti in modo da ottenere un composto bianco e cremoso.
Nel frattempo lavare le pesche, sbucciarle, eliminare il nocciolo e tagliarle a pezzetti. Imburrare e infarinare una teglia.
Setacciare farina e lievito e aggiungerli alla crema di zucchero e uova poco a poco assieme al latte: fare questa operazione alla minima velocità o anche manualmente con delicatezza fino ad incorporare bene gli ingredienti.
Si deve ottenere un composto liscio e non troppo denso.
Versare il composto nella teglia a ciambella per il forno e distribuire le fettine di pesca su tutta la superficie.
Infornare a 180° gradi per circa 30-40 minuti o comunque fino a che il ciambellone non sia ben lievitato e dorato in superficie.
Fare la prova dello stecchino per accertarsi che sia ben cotto all’interno.
Sfornare e lasciar raffreddare lasciando la teglia nel forno spento e aperto dopodiché sformare il ciambellone e trasferirlo su una gratella per farlo raffreddare completamente.

Le pesche si possono sostituire con qualsiasi altro frutto di stagione.

Personalmente ho evitato il latte, mettendo dello skyr , circa 100gr. (ma sono andata ad occhio).
Non ho imburrato la tortiera, mettendo carta forno.
La tortiera con carta forno
Il diametro e' da 24cm, bisognera' dividere la torta in 12 fette, per 4PP a singola fetta.

Poca.. ma speriamo anche buona!


Un po' qua ... und ein bisschen dort

venerdì, agosto 04, 2017

Manzo al cartoccio con uvetta e pinoli

Sfogliando le riviste dell'Esselunga, sono incappata in questa:

Cartoccio di manzo ai fagiolini con uvetta e pinoli.
Sembrandomi semplice, veloce e diversa dal solito, ho deciso di preparala.
I fagiolini non li avevo, cosi' li ho sostituiti con carote lessate.
Lo stesso per il porro.. ne avevo un po' surgelato, integrandolo a dello scalogno.

In questa foto e' possibile vedere il risultato prima di incartocciare il tutto:

Cartoccio di manzo ai fagiolini con uvetta e pinoli
Mentre questa e' stata scattata dopo che il cartoccio e' stato cotto ed aperto:
Cartoccio di manzo ai fagiolini con uvetta e pinoli
da provare!

Se vogliamo contare i PP di WW, allora dobbiamo limitare l'uso dell'olio, magari eliminandolo totalmente e:

- manzo per spezzatino  - 120gr   3PP
- carote                            -             0PP
- pinoli                             - 10gr     2PP
- uvetta                            - 15gr     1 PP

non male!

Un po' qua ... und ein bisschen dort

giovedì, agosto 03, 2017

Uova strapazzate

Lentamene Tobias inizia a mangiare qualche cosa di altro.

Al momento sono riuscita ad introdurre le uova, ma  l'unico modo in cui le mangia e' quello di strapazzargliele.

Uova strapazzate


La ricetta _base_ e' molto semplice:

Il segreto per renderle cremose e' quello di mescolare lentamente (con un cucchiaio di legno) ed a fuoco basso.

In pratica, per 2 persone:
Mettere 4 uoca in una caraffa con 2 cucchiai di latte (o la panna), sale, pepe.
Sbattere con una forchetta per circa 1 minuto.

Scaldare il burro sufficiente a coprire il fondo di una padella.
Quando inizia schiumare, allora inserire il composto.

Mescolare costantemente, a fuoco basso, per circa 5-8 minuti, poi ancora 1-2 minuti ma lontano dal fuoco.

Servire subito!



Un po' qua ... und ein bisschen dort