domenica, giugno 25, 2017

Tormentone "Crema al caffe' in bottiglia"

Se nonostante siete perennemente a dieta MA in FB avete l'adesione ad altri gruppi di regime alimentare non "cosi' tristi", allora vi sarete imbattuti nel nuovo tormentone: la crema al caffe' in bottiglia.

Come evitarla?
Crema al caffe' in bottiglia
A furia di vedere immagini postate, richieste della "ricetta" ed elogi da tutte le parti, ho provato a farla anche io.
Nel mio caso non ho seguito nessuna ricetta in particolare, almeno per quanto riguarda gli ingredienti, e mi sono lasciata trasportare dal "gusto".

Vorrei pero' ricordarvi i seguenti punti - piu' o meno essenziali - ma che mi sento in dovere di dare per esperienza in prima persona:

- la panna deve essere travasata in una bottiglia di PLASTICA.
  Questo perche', se riuscirete ad ottenere la "crema", allora potrete "schiacciarla" fuori come se fosse un tubetto
- la panna/mix di ingredienti   devono essere _bene_ freddi al momento dello "sbatacchio"
- quando unite il caffe'+zucchero+(nutella) alla panna fate attenzione che siano TUTTI freddi.
  Potreste "cuocere" la panna, creando isolette sparse in un liquido biancastro (questo punto non l'ho ancora provato, ma potrebbe essere considerato uno dei punti base della cucina !)
- ho usato una bottiglia da 1,5lt per 500gr di panna.
  A mio avviso e' eccessivo, magari 1lt sarebbe stato sufficiente
  Il mix resta sulla parete della bottiglia in eterno e tutto cio' e' "sprecato"
- assicuratevi quante persone riceveranno questa crema, per evitare di farne troppa
  Nel mio caso erano 500gr di panna, poi Stephan - dopo il primo assaggio - non ne ha voluto piu' sapere.
  E la vostra linea si arrotonda ulteriormente.  Magari 250ml erano sufficienti....
- essendo principalmente PANNA, non si puo' tenere in frigo per troppo tempo, causa inacidimento e corse al cesso (questo punto non l'ho ancora provato, ma e' buonsenso !)
- e' inutile che pensiate che sia troppo "grasso".  Se mangiate un "vero" gelato le proporzioni di panna non cambiano!
- una volta servito, decorate a piacere (chicchi di caffe' ricoperti di cioccolato, croccantini, cannella, cioccolato fuso, etc...)


Se cercate in rete troverete tantissime versioni disponibili.

In pratica io ho fatto:
- travasato la panna nella bottiglia vuota di plastica (era acqua) e messa in frigo
- preparati 3 espressi con Kaffy , unito un cucchiaino di Biotella (ve la commentero' piu' avanti), un poco di zucchero a velo (a seconda del gusto).
  mischiato tutto e lasciato raffreddate bene (appena possibile, ho messo in frigo)
- inserito il mix caffe'-zucchero-nutella nella bottiglia con panna fredda
- agitato bene (dicono 5 minuti, io molto meno perche' mi sono stufata) e rimesso in frigo {prima di berlo, agitare bene! }
- dopo qualche ora di riposo in frigo, ho agitato e bevuto: era ancora liquido
- il giorno dopo (sempre dopo la shakerata) era piu' consistente ( come da foto).

Fate voi se volete provare.

I miei comenti li ho dati, da parte mia una volta e' piu' che sufficiente.


Un po' qua ... und ein bisschen dort

sabato, giugno 24, 2017

Lago di Como: Bellagio - Giugno 2017


Via verso i tornanti e verso "Quel ramo del lago di Como", celeberrimo incipit dei Promessi Sposi del Manzoni.
La nostra sosta e' stata Bellagio e qui, grazie al fluido magico del Nonno, abbiamo trovato un posteggio senza fatica.
In effetti basta la presenza del Nonno che si trova posto facilmente.

Lago di Como: Bellagio
Lago di Como: Bellagio
Lago di Como: Bellagio
Lago di Como: Bellagio
Lago di Como: Bellagio
Lago di Como: Bellagio


Giretto tra i vicoli ed immancabile sosta-gelato.

Bellagio: tra i vicoli
Bellagio: tra i vicoli
Bellagio: tra i vicoli
Bellagio: tra i vicoli
Bellagio: tra i vicoli
Bellagio: il nostro gelato
Bellagio: eccoci all'uscita della gelateria selezionata
Bellagio: tra i vicoli
Bellagio: tra i vicoli
Bellagio: tra i vicoli

Siamo poi entrati anche nella Basilica di San Giacomo, costruita fra il XI e il XII secolo (dichiarata monumento nazionale con decreto ministeriale nel 1904).

Bellagio: Chiesa di San Giacomo - campanile
Bellagio: Chiesa di San Giacomo
Bellagio: Chiesa di San Giacomo - vetrata - San Giorgio
Bellagio: Chiesa di San Giacomo - altare
Bellagio: Chiesa di San Giacomo


Essi, Nonno, avevi ragione.
George non ha/aveva la casa a Bellagio, ma la sua casetta e'/era " Villa Oleandra " a Laglio


Per il gelato:

Gelateria del Borgo
Via Giuseppe Garibaldi, 46
22021 Bellagio - Como



Un po' qua ... und ein bisschen dort

venerdì, giugno 23, 2017

Barni - Magreglio - Giugno 2017

Proseguendo la strada da Barni, si arriva a Magreglio.
Una volta giunti, visto anche l'orario, abbiamo pranzato al Ghisallino con "polenta uncia" ( così chiamata perché è un misto tra polenta fusa con formaggio e con l'aggiunta del burro fuso, giusto per non pensare alle calorie..)
Ho evitato il torroncino affogato, io, al contrario degli altri che non sanno resistere alle tentazioni, vero Nonno?.
Magreglio: Ristorante Ghisallino
Magreglio: Ristorante Ghisallino - Polenta Uncia
Magreglio: Ristorante Ghisallino - indicazioni
Qui a Magreglio, al contrario di Barni, pare essere un po' piu' evoluti al futuro in quanto molte indicazioni turistiche sono scaricabili direttamente sul cellulare tramite QR...

Magreglio: Info con QR
Magreglio: Madonna del Ghisallo
Il Santuario della Madonna del Ghisallo e' piccolo ma ancora meta di molti ciclisti.
Al suo interno si trovano coccarde, foto di persone decedute sulla bici, biciclette da corsa appese, e qualche candela da accendere al ricordo.
Mi fa comunque impressione la dimensione interna di questa Chiesetta: i miei genitori si erano sposati qui 53 anni fa, in un caldo 1 agosto del 1964.
Sicuramente i parenti non erano tanti!

Magreglio: Santuario del Ghisallo
Magreglio: Santuario del Ghisallo
Magreglio: Santuario del Ghisallo - bici appese
Magreglio: Santuario del Ghisallo - il piccolo altare
Magreglio: Santuario del Ghisallo - monumento ai ciclisti
Magreglio: Santuario del Ghisallo - scorcio panoramico del lago
Magreglio: Santuario del Ghisallo - il prete che ha sposato i miei genitori
Informazioni utili:

Il Ghisallino - Ristorante Tipico
Via Adua, 35
22030 Magreglio - Como


Un po' qua ... und ein bisschen dort

giovedì, giugno 22, 2017

Barni, la mia infanzia e dintorni - Giugno 2017


Conoscere tutti i nomi dei paesi lombardi e' veramente un'impresa.
Probabilmente ai piu' il nome "Barni" - come localita' - non dice molto, praticamente niente alla maggior parte delle persone.
Ma se si inizia a dare qualche dettaglio ulteriore, allora la localizzazione geografica viene facilitata.

Cosa potrei aggiungere nel mio caso?
Proviamo con Asso, Magreglio, Madonna del Ghisallo, Bellagio, ci troviamo nella parte Nord della Vallassina.

Ebbene si, Barni  e' un piccolo paesino in "montagna" (giusto 627mt a livello del mare) in cui ho speso buona parte delle mie vacanze estive quando ero una fanciulla.
La stragrande maggioranza della popolazione era mia parente - per parte di nonna materna - ma ora riposano beatamente nel piccolo cimitero.

Ho voluto fare un salto qui, e poi giu' fino al Lago di Como, giusto per mostrare a Tobias come trascorrevo la mia infanzia lontana e non ancora contaminata dall'Informatica, da Internet e da tutte le diavolerie moderne.


Diciamo che il paese e' rimasto prevalentemente lo stesso di allora, solo molte abitazioni sono cambiate in meglio (rispetto ai miei tempi... come mi sento VECCHIA).

Barni: il Municipio
Barni: ilfiume Lambro
Barni: il Lavatoio
Barni: 'Mai terminato' - opera di mia cugina Nadia nella casa in cui vivevamo
Barni: dove vivevamo - risistemato!
Barni: Chiesa
Barni: ancora una nostra vecchia abitazione - ora DECISAMENTE risistemata e venduta

Dopo una breve visita nell'ultima casa in cui abbiamo abitato, incontrando il vicino di casa, abbiamo fatto un salto al Cimitero.
So che non si tratta di un luogo piacevole, ma la "Chiesa dei Santi Pietro e Paolo " e' veramente meritevole di visita.
E che impressione vedere le foto di fine 1800 comparandole a quelle a colori ed odierne!

Barni: Chiesa dei Santi Pietro e Paolo - all'interno affreschi del '200
Barni: Chiesa dei Santi Pietro e Paolo - Cimitero
Barni: Cimitero - La Maestra
Barni: Chiesa dei Santi Pietro e Paolo - Affreschi sulla porta della Chiesa
Barni: Chiesa dei Santi Pietro e Paolo - Cimitero - foto di altri tempi
Barni: Chiesa dei Santi Pietro e Paolo - Cimitero - foto di altri tempi
Barni: piazza
Un po' qua ... und ein bisschen dort